venerdì 31 marzo 2017

RECAP LETTURE: marzo

Ciao a tutti!
Questo mese ho deciso di non realizzare la TBR perché purtroppo spesso e volentieri non riuscivo a seguirla e la modificavo durante il mese.
Ecco comunque l'elenco dei libri che ho letto:

  1. Ti odio con tutto il cuore - Valeria Luzi
  2. Amour à Paris - Melinda Miller
  3. Il mio splendido migliore amico - A.G. Howard
  4. Il prigioniero del cielo - Carlos Ruiz Zafòn
  5. Passi di tango in riva al mare - Federico Maria Rivalta
  6. L'irresistibile promessa della felicità - Micaela Jary
  7. Fiore d'Irlanda: la ragazza e il pirata - Tiziana Valenti
  8. Il caffè delle seconde occasioni - Alison Kent
  9. Vaniglia e cioccolato - Sveva Casati Modignani
  10. La costola di Adamo - Antonio Manzini
In questo momento ho in lettura Non è stagione di Antonio Manzini e Un acquilone di farfalle di Giulietta Esthel.

Direi che 10 libri è un bel traguardo, voi che ne dite?

A presto!

giovedì 30 marzo 2017

LETTURE: La costola di Adamo di Antonio Manzini #21


Lunghezza stampa: 284

Editore: Sellerio Editore (22 aprile 2014)

Sinossi:
Aosta, via Brocherel 22. Irina apre come di consueto la porta dell’interno 11 per entrare a casa Baudo dove lavora come colf. All'interno c’è qualcosa che non va, in cucina sembra sia passato un tornado, la camera da letto irriconoscibile. La donna urla al ladro e fugge in strada. Poi la macabra scoperta: in una stanza Ester Baudo è sospesa al lampadario con un filo di nylon attorno al collo. A prima vista pare trattarsi di un suicidio, poi però qualcosa non quadra; in più sono scomparsi gli ori. Una rapina finita male? Oppure? 
Secondo caso per il controverso vicequestore Rocco Schiavone nella gelida Aosta. Un personaggio fuori dagli schemi: scontroso, irritabile, trasgressivo al limite del lecito, ma con un senso della giustizia tutto suo, Schiavone ignora le procedure pur di raggiungere il suo scopo. E nell'indagine segue un suo filo logico e va controcorrente, mette il naso nella vita di Ester Baudo, le amicizie, il matrimonio monotono con Patrizio, rappresentante di articoli sportivi, e arrivato a un passo dalla verità ne rimane lui stesso spiazzato.

Recensione:
Dopo aver terminato di leggere Pista Nera, il primo libro della serie del vicequestore Rocco Schiavone (qui il post), mi era rimasta la voglia di leggere il seguito e quando ho letto gli obiettivi della seconda tappa di Leggendo SerialMente ho esultato...quale migliore occasione per terminare di leggere la serie di Manzini.

In questo secondo libro Rocco si trova alle prese con il presunto suicidio di Ester Baudo, ma lo è veramente? Rocco ha i suoi dubbi, alcune cose non gli quadrano!
Il romanzo è incentrato sul personaggio di Rocco Schiavone, un vicequestore (guai a chiamarlo commissario) con metodi stringenti ed efficaci, spesso poco ortodossi, dalle amicizie poco raccomandabili. Nonostante sia un tutore della legge è un uomo che non si fa scrupoli a farsi giustizia da sé...non per niente è stato trasferito ad Aosta...e gli è anche andata bene...
Un uomo con un passato doloroso alle spalle da cui non riesce a separarsi, un passato che puntualmente quando si ritrova solo in casa ricompare...Marina che non lo abbandona, Marina con le sue parole da cercare nel dizionario...

Nonostante il romanzo sia incentrato sulla figura di Rocco, anche i personaggi secondari sono ben inseriti nel contesto...
...adoro Italo e le sue Chesterfield nonostante il vicequestore preferisca le Camel...
...Caterina Rispoli su cui Rocco ha puntato gli occhi, perché sotto la divisa c'è un corpo di donna niente male...
...Deruta e D'Intino, meglio non averli tra i piedi...adoro l'ironia di Rocco nei confronti di questi sue personaggi...
...e tanti altri

Anche questo come il precedente è un romanzo da leggere d'un fiato, non tanto forse per l'indagine in sé, ma per i personaggi e la loro storia.

Con questa lettura partecipo a:
Leggendo SerialMente - Obiettivo generico - Giallo/Thriller - Il vicequestore Rocco Schiavone di Antonio Manzini
Reading Challenge GLDN - Un libro ambientato in Italia

A presto!


martedì 28 marzo 2017

SWAP: Coccola di consolazione [ricevuto]

Ciao a tutti!
In questo post vi avevo parlato dello Swap Coccola di Consolazione e vi avevo mostrato quello che avevo spedito io a Barbara, qui invece voglio mostrarvi le meraviglie che ho ricevuto io:






Tutte cose meravigliose e impacchettate con estrema cura! Grazie mille Barbara!!!

Ho ricevuto anche una borsa meravigliosa da Donatella swappina di Daniela


Grazie a tutte le ragazze che hanno partecipato! E che contribuiscono con la loro energia e vitalità a rendere ASI un'associazione meravigliosa!!

A presto


LETTURE: Vaniglia e cioccolato di Sveva Casati Modignani #20


Lunghezza stampa: 470

Editore: SPERLING & KUPFER

Sinossi:
Vaniglia e cioccolato: due gusti diversi, che però insieme legano benissimo. Come capita, talvolta, nell'amore. Com'è capitato anche a Pepe e Andrea, che dopo diciott'anni di matrimonio e tre figli non hanno mai smesso d'amarsi. Ma un giorno la magica alchimia si spezza e lei, delusa e umiliata dalle scappatelle del marito, decide di andarsene e lasciarlo da solo a cavarsela con i mille problemi quotidiani. Una separazione che tuttavia si rivela decisiva per entrambi, aiutandoli a far chiarezza in se stessi e a ritrovarsi...

Recensione:
Vaniglia e cioccolato è un libro profondo che parla di un rapporto di coppia ormai logoro, dovuto ai tanti tradimenti di Andrea e al continuo "servilismo" di Penelope (Pepe per gli amici)...
Andrea è un uomo ancora bambino, che pretende di essere servito dalla moglie come un principe, e che continua a tradirla nonostante si professi enormemente innamorato di lei, un uomo che non appena si sente attaccato dalla compagna, spacca qualcosa e va per qualche giorno dalla madre...diciott'anni sono lunghi da vivere così e per Penelope è arrivato il momento della svolta, decide infatti di smettere di assecondarlo sempre e, di farlo crescere come uomo e come padre, decide quindi di andare nella villa della madre a Cesenatico e di lasciare Andrea ad occuparsi dei tre figli e della casa.

So di esserti stata complice in questo gioco perverso
e so di avere sopportato offese e soprusi perché
temevo di restare sola.

Da una parte i continui tradimenti di Andrea e dall'altra la paura di Penelope di abbandonare una famiglia sicura per l'ignoto, andare controcorrente lasciando il marito...
E' un libro che tratta con estrema delicatezza un tema non facile, come quello del tradimento, un libro che si fa amare e che si legge volando leggere tra le pagine.

Io, che ho sempre detto che se mio marito mi avesse tradita lo avrei lasciato senza pensarci due volte, ho letto questo libro che mi ha fatto riflettere enormemente, sul rapporto di coppia, sul rapporto tra genitori e figli, e quanto del modo di comportarsi dei figli sia colpa della situazione famigliare.
Un libro che fa riflettere e lascia un po' di amaro alla fine, perché forse si desidera un finale travolgente, un amore diverso per Penelope a cui ci si è affezionati...

Nonostante il libro sia incentrato sui personaggi di Penelope e Andrea, anche gli altri personaggi della storia sono presenti e coinvolgenti, una storia che ne racconta tante altre, sempre però narrate con quel tocco di delicatezza che contraddistingue tutto il libro.

Da questo romanzo è stato tratto l'omonimo film Vaniglia e Cioccolato diretto dal regista Ciro Ippolito, che dopo aver letto il libro penso proprio che guarderò...nei panni di Penelope la bellissima Maria Grazia Cucinotta

Consiglio di leggere questo libro, per capire i diversi punti di vista del tradimento...non è tutto bianco o nero, ma c'è una scala di grigi che congiunge questi due colori...una scala di colori descritta magistralmente da Sveva Casati Modignani in questo romanzo...

Con questa lettura partecipo a:
La ruota delle letture - Obiettivo 10 - Leggi un libro da cui sia stato tratto un film
Il giro del mondo in 80 libri - MARZO - Vienna - Leggi un libro nel cui titolo sia presente la parola cioccolato
Reading challenge GLDN - Un libro da cui sia tratto un film o telefilm

A presto!

lunedì 27 marzo 2017

SWAP: Coccola di consolazione [spedito]

Ciao a tutti!!
Chi mi legge ed è iscritto ad ASI sa che sul Forum sono presenti sempre tantissime nuove iniziative per invogliare tutte le socie a partecipare a questo fantastico mondo fatto di colori...

In concomitanza con il meeting Nazionale (a cui non ho potuto partecipare per impegni dei bambini 😢) avevo lanciato l'idea di uno swap chiamato "Coccola di consolazione" per coloro che non partecipavano al Nazionale...

Lo swap consisteva nell'inviare alla propria abbinata:
  • un gadget come quelli che si preparano ai meeting
  • una card
  • una coccola di consolazione
Io e Daniela abbiamo deciso di mandare a tutte le partecipanti un piccolo gadget e questo è quello che abbiamo realizzato (io la bustina con il thé e Daniela la big babol):



Ed ora vi voglio mostrare quello che ho inviato a Barbara:



Per prima cosa ho realizzato una mini pocket letter


Ho poi decorato una lettera B acquistata a Le Mille Idee con i colori di TommyArt e con alcune fustellate, cercando di mantenere tono su tono come Barbara mi aveva detto che le piaceva, spero di esserci riuscita...


Infine ho realizzato la card di accompagnamento con le stesse carte della pocket letter, per rimanere tutto in tema...



Ed ecco qua tutto insieme pronto per essere spedito...nella busta kraft ci sono alcuni pensierini che mi sono dimenticata di fotografare 😁

A presto!

CREA IL TUO KIT: Progetto #2 marzo

Ciao a tutti!
Eccomi qua con un altro progetto realizzato con il kit di Crea Il Tuo Kit (qui trovate il post), ho realizzato un altro layout...sto cercando di prenderci un po' di più la mano 😉

Per realizzare questo lo ho seguito lo sketch della sfida mensile di scrapbookingitalia



E questa è la mia interpretazione:




Cosa ne pensate?

Con questo layout partecipo a:
Scrapbookingitalia - Challenge marzo

A presto!

giovedì 23 marzo 2017

LETTURE: Il caffè delle seconde occasioni di Alison Kent #19


Lunghezza stampa: 302

Editore: AmazonCrossing (17 gennaio 2017)

Sinossi:
Kaylie ha deciso di tornare a Hope Springs, la cittadina in cui è cresciuta circondata dall’affetto di Winton e May, che l’hanno accolta nella loro famiglia come una figlia. Ora che non ci sono più, ha acquistato la casa in cui ha vissuto con loro e ha deciso di trasformarla in un ristorante, il Two Owls Café. Kaylie vuole dare una svolta alla propria vita, e vuole farlo a partire dalla passione più grande che May le ha trasmesso: preparare dolci, soprattutto brownies.
Sarà Ten Keller, il tuttofare più abile della città, gentile e affascinante, a occuparsi dei lavori. Ten è subito attratto dalla nuova arrivata, ma l’animo di Kaylie è chiuso e indurito dalle esperienze drammatiche di un passato che la tormenta ancora nei suoi incubi notturni. I suoi veri genitori l’hanno abbandonata da bambina, e lei ha bisogno di scoprire come sono andate le cose. Quando anche Ten le rivela una macchia oscura nei propri ricordi, Hope Springs sembra poter diventare lo sfondo perfetto di una splendida storia di amore e di riscatto.

Recensione:
Come al solito devo dire che sono contenta di non essermi fatta influenzare dalle recensioni negative che ho letto su questo libro, perché io l'ho adorato, è un libro profondo che sonda l'animo umano, che scava nel passato dei protagonisti, un passato che ha lasciato dei segni in ognuno di loro...

Aveva trascorso troppo tempo a chiederselo,
e ora aveva bisogno di ricucire i
brandelli del passato. Se li era trascinati
dietro troppo a lungo, la facevano inciampare
e rendevano il presente qualcosa di
troppo complicato, come un cordone
ombelicale che la legava a un luogo in cui non
sarebbe mai tornata.

Kaylie decide di acquistare la casa dove ha vissuto otto anni della sua vita, la casa dei genitori affidatari che le hanno insegnato a superare il passato

Non guardare da dove vieni.
Guarda dove sei finita.

E' il motto di May che le ha ripetuto all'infinito...e che Kaylie ha cercato di fare suo...infatti nella casa acquistata vuole realizzare un ristorante in cui servire i meravigliosi brownies che May le ha insegnato a preparare.
Kaylie è sempre stata sola, è sempre "bastata" a se stessa, ma nel piccolo paese di Hope Springs incontra tante persone con cui stringe rapporti di amicizia, tutte persone pesantemente dipendenti da un passato non facile. Ten il bellissimo tuttofare che si occupa dei lavori di ristrutturazione della casa con un passato a cui cerca di rimediare aiutando gli altri...Luna diventata famosissima per le sue sciarpe, ma dietro a esse si nasconde un mondo di dolore ancora da superare...Mitch dopo tanti anni ha perso la speranza di trovare ciò che cerca...Will un personaggio cupo e introspettivo...
Questo è un romanzo che lascia il segno, una storia di rinascita, di rivincita contro una vita che non è sempre tutta rosa e fiori, un passato che non si deve dimenticare, ma che deve aiutare a superare il presente e il futuro.
La storia è incentrata sul rapporto tra Kaylie e Ten, ma anche i personaggi "secondari" lasciano un segno nel lettore, non sono semplici comparse, ma veri e propri attori di questo bellissimo romanzo.
Questo è un libro con poco eros, ma con tanti sentimenti, primo fra tutti l'amicizia, perché non può esistere amore senza amicizia...
Questo romanzo mi ha trasmesso tante emozioni forti, tutte positive, mi ha coinvolto talmente tanto da farmi commuovere. 
Mi è piaciuto molto, anche il fatto che all'interno del libro, ci siano delle ricette di brownies e devo essere sincera ne ho anche provato una 😋...deliziosi, hanno avuto l'approvazione di tutti in casa...un modo di allentare la tensione in alcuni punti del libro e forse per deliziare il palato di chi vuole provare le ricette

Con questa lettura partecipo a:
La ruota delle letture - OBIETTIVO 13 - Leggi un libro che parli di cucina
Il giro del mondo in 80 libri - MARZO - Messico - Leggi un libro che parli di cucina
Reading Challenge GLDN - Un libro con un alimento nel titolo

lunedì 20 marzo 2017

LETTURE: Fiore d'Irlanda: La ragazza e il pirata di Tiziana Valenti #18


Lunghezza stampa: 238

Editore: Arti&Inventive (10 gennaio 2017)

Sinossi:
1598 - In una verde e rigogliosa Irlanda, alle soglie della ribellione che ne cambierà i contorni, una ragazza è disposta a tutto pur di non perdere la sua libertà. L’orgogliosa e fiera Jasmine Lindenbhurg ha solo diciassette anni quando il padre, che ha sempre amato e onorato, decide di darla in sposa all’infido mercante che lei, però, detesta apertamente. Tradita e umiliata, la giovane sceglie di non piegarsi alle regole degli uomini che la vogliono remissiva e accondiscendente e prende drasticamente in mano le redini del suo destino. Imbarcatasi sotto mentite spoglie, Jasmine è certa di aver trovato finalmente la strada per la felicità, ma il fato non le concede tregua e all’orizzonte si profila già un evento che stravolgerà per sempre la sua vita. 
A bordo della Shadow of the night, un capitano dall’oscuro passato è pronto a lanciare la sua ciurma all’arrembaggio. Lo scontro sarà inevitabile e fatale e intreccerà i destini di un uomo e di una donna che hanno in comune la stessa sete di libertà e indipendenza. Amore e odio, tradimento e perdono, si alternano e si fondono insieme per dar vita ad una intensa e nuova storia d’amore.

Recensione:
Per la challenge La Ruota delle Letture dovevo cercare un libro che iniziasse con la lettera F...è stata una scelta difficile, ultimamente non c'è nulla che mi ispira...nonostante la lunghissima pila di libri che ho sulla scrivania...
Per il secondo obiettivo, invece, avrei letto volentieri il libro, ma ho fatto fatica a reperirlo...

Questo romanzo è il classico Romanzo Rosa Storico, ambientato in Irlanda terra che io adoro e che viene descritta nella sua bellezza.
La storia è, purtroppo, già vista e letta in altri libri...la protagonista Jasmine fugge di casa per non dover sposare un mercante molto più vecchio di lei, si traveste da ragazzo e si imbarca come mozzo.
La nave in cui si è imbarcata Jasmine viene attaccata dai pirati, e il temutissimo capitano Nathan si accorge quasi immediatamente che il mozzo è una donna, e la salva da morte certa per portarla sulla sua imbarcazione.
Tra Nathan e Jasmine è un continuo battibeccare, entrambi con due caratteri forti, non si piegano al volere dell'altro...e nonostante Jasmine sia una donna, non è certo debole e indifesa...
Quando la Shadow of the night si ferma in porto per fare rifornimenti, Nathan e Jas incontrano un uomo Jim che si dice pronto a legarsi ai pirati pur di non tornare in patria e salvarsi dalla bancarotta...naturalmente Nathan è diffidente, ma dopo che Jim lo salva non può far altro che accoglierlo nella sua ciurma...ma avrà fatto la cosa giusta?
Per Jas, che continua a vestire i panni di un ragazzo, Jim è un bellissimo uomo e se ne invaghisce...
Il romanzo non è auto conclusivo, anzi lascia con il dubbio su quello che succederà nel futuro.

I personaggi sono ben delineati, e i battibecchi tra i due protagonisti sono carichi di ironia e sarcasmo.
Il romanzo è scorrevole e si legge piacevolmente, l'unica nota dolente è il fatto che la trama sia già stata proposta il altri libri e sia quindi un po' "scontata".
Altra cosa che non ho apprezzato sia il fatto di aver lasciato il finale aperto, e quindi per poter leggere come va a finire la storia, devi per forza acquistare il seguito.
Nonostante tutto, comunque, il libro è carino e sicuramente per chi ama questo genere di libri, sicuramente apprezzato.

Con questa lettura partecipo a:
La ruota delle Letture - Obiettivo 3 - Leggi un libro il cui titolo inizi per F
Il giro del mondo in 80 libri - GRECIA - Leggi un libro con il mare in copertina
Reading Challenge GLDN - Un libro il cui titolo dica qualcosa di "noi stesse" - L'Irlanda è il paese dove sogno di andare prima o poi...

A presto!

venerdì 17 marzo 2017

LETTURE: L'irresistibile promessa della felicità di Micaela Jary #17


Lunghezza stampa: 300
Editore: Giunti (18 giugno 2014)

Sinossi:
Ogni giorno Anna vede sfilare davanti a sé i ricchi clienti della casa d’aste di Monaco dove lavora come storica dell’arte. Di fronte alle loro vite scintillanti, la sua condizione di madre single, mollata dal padre di sua figlia senza aiuto né sostegno, appare piuttosto sconfortante. Ma non sa che il destino a volte è capriccioso e le sta riservando una serie di sorprese che non avrebbe mai e poi mai immaginato: un prezioso dipinto impressionista, svanito misteriosamente durante la Seconda guerra mondiale, ricompare all’improvviso nelle mani di un’ereditiera americana. Anna, chiamata a fare una perizia del quadro, ha dei forti dubbi sulla sua autenticità ma, ammaliata dall’erotismo che emanano i due amanti sulla tela, avvinti in un amplesso appassionato, decide di andare più a fondo. Le sue ricerche la condurranno a Londra, dove l’affascinante gallerista Oliver Richardson deciderà di accompagnarla in un viaggio lungo le coste selvagge della Cornovaglia, per raggiungere suo nonno, uno dei maggiori esperti del pittore. Ma l’incontro con il vecchio Henry Richardson porterà la donna molto più lontano: nella Berlino del 1946, in un passato oscuro che risveglierà in lei ricordi sopiti della propria storia familiare. Che cosa lega l’amore proibito degli amanti del quadro alla vita di Anna? E che cosa implica questa scoperta? 
Un romanzo ricco di forti emozioni. Un’altra voce esplosiva della narrativa romantica Giunti.

Recensione:
Questo libro mi ha attirato subito per la copertina...mi piace moltissimo con quel tappeto di fiori rosa...poi con la parola promessa posso spuntare un'altra parola per la The Hunting Word Challenge...

Sinceramente quando l'ho iniziato a leggere, mi aspettavo qualcosa di diverso, forse più leggero, più frivolo, invece è un libro che ti entra dentro...un libro ambientato nel presente con fortissimi legami nel passato, in Germania nel secondo dopo guerra....in una Germania sconfitta e occupata da Russi, Inglesi e Americani.
Un libro che racconta la vita dei tedeschi appena finita la Seconda Guerra Mondiale, uomini e principalmente donne che magari non hanno chiesto una guerra, ma che ne subiscono le conseguenze, come popolo sconfitto...
E' un libro, delicato e dolce, che ripercorre la storia di amicizia e amore dal passato ai giorni nostri, come questi sentimenti possono sopravvivere nonostante il tempo e la distanza, o le diverse origini.
E' la storia di un quadro, delle sue origini e di come può essere sopravvissuto ai furti che gli eserciti occupanti hanno fatto a guerra finita, ma il quadro che Anna si ritrova in mano dopo così tanti anni è autentico o una copia? Per scoprirlo deve percorrere chilometri e andare in Inghilterra...dove scoprirà tanto sul suo passato, su sé stessa e sull'amore...

La parte che ho amato maggiormente di questo libro è quella dei racconti del dopo guerra in Germania, è "viva", vissuta, intensa...e tutto questo viene trasmesso anche al lettore.

Con questa lettura partecipo a:
The Hunting Word Challenge - parola PROMESSA
The Goose Reader Challenge - Leggi un'opera prima
Il giro del mondo in 80 libri - Febbraio - NUOVA ZELANDA - Leggi un romanzo d'esordio

A presto!

LETTURE: Passi di tango in riva al mare di Federico Maria Rivalta #16


Lunghezza stampa: 264
Editore: Amazon Publishing (28 febbraio 2017)

Sinossi:
Il cronista più imprevedibile d’Italia diventa freelance.

Un reportage su un pericoloso evaso dal carcere di Padova può essere l’occasione della vita per Riccardo Ranieri, che ha lasciato Il Mattino di Padova per lavorare in proprio. Se poi ci fosse la possibilità di mettersi sulle tracce del fuggiasco, il suo futuro professionale sarebbe assicurato. E la sua situazione finanziaria ne trarrebbe indubbi benefici. Ad aiutarlo nelle indagini, e a evitare che si cacci nei guai, questa volta le donne sono due: la sua caustica e bellissima compagna, il procuratore Giulia Dal Nero, e una silenziosa psicologa che lo segue ovunque come un’ombra.

Riccardo Ranieri torna a divertire e appassionare, tra siparietti spassosi e amare riflessioni sul senso della giustizia e del perdono.

Recensione:
Ormai che adoro il giornalista Riccardo Ranieri, che mi diverte la sua ironia, le sue disavventure mi appassionano lo avrete capito dalle precedenti recensioni (Un ristretto in tazza grande, Come tracce sulla sabbia, Il segno mancante), ma in questo libro è ancora più imprevedibile...

Nel romanzo precedente avevamo lasciato Riccardo che era diventato freelance, e qui lo ritroviamo in tutto il suo splendore...ma lavorare come freelance comporta anche qualche problema economico in più, perché le entrate non sono regolari, ma questo è l'ultimo dei pensieri per il nostro giornalista...
Riccardo non è un giornalista come gli altri, a lui non interessa solo la notizia in quanto tale, ma gli interessano gli aspetti umani del caso di cui si occupa, come nel caso in cui sta lavorando, la fuga di un detenuto Eugenio Pancaldi dal carcere di Padova...
Per Ranieri, Eugenio Pancaldi non è un semplice detenuto, un numero, ma una persona che vuole cercare di capire...vuole capire il perché della sua fuga a poco dalla scarcerazione, vuole capire perché ai tempi del processo non ha voluto difendersi, ma ha scelto "volontariamente" di prendere il massimo della pena...e tutto questo ovviamente porterà Riccardo in cerca di guai...
Non posso svelarvi nulla, ma devo dire che il finale mi ha sorpreso, assolutamente in senso positivo...

I personaggi anche in questo quarto libro mantengono le loro caratteristiche e i loro punti di forza...Riccardo rimane un uomo "buono", non un cronista d'assalto interessato solo al proprio tornaconto, ironico e un po' "sfortunato" e Giulia...bhè che dire Giulia è una donna, una tigre, con i suoi sbalzi di umore...una combattente...

Questo quarto romanzo, come i precedenti, si legge tutto d'un fiato, le pagine ti scorrono tra le dita senza che tu te ne renda conto...e improvvisamente ti ritrovi alla fine del romanzo sperando che il seguito esca presto...dato che nelle note finali l'autore ha scritto di averlo già terminato...

Volete un consiglio? Leggete assolutamente questa serie...a me diverte tantissimo con l'ironia dei personaggi e, mi tiene incollata fino alla fine per scoprire quali sono le intricate vicende in cui si avventura Riccardo...

Con questa lettura partecipo a:
Leggendo SerialMente - Autore maschile italiano
Reading Challenge GLDN - Un libro pubblicato nel 2017
Made in Italy Books Challenge - Un autore di cui hai letto altri libri

A presto!

CREA IL TUO KIT: Progetto #1 marzo

Ciao a tutti!
Nei giorni scorsi vi avevo mostrato il kit che avevo creato seguendo la moad bord di Crea il tuo kit con Angela & Giorgia (qui il post) ed ora vi mostro il primo progetto che ho terminato...per la prima volta dopo tanto, tantissimo tempo ho deciso di realizzare un layout...



La foto risale a ben due anni fa....infatti è l'ultimo compleanno alla materna per Alex e Mathias...siccome mi piaceva troppo ho voluto provare a realizzare un lo.


Qui sopra potete vedere un particolare della foto con la mattatura delle carte 6x6"

In questa foto potete vedere i bellissimi banner Heidi Swapp che io ho poi colorato con i distress per far risaltare i motivi...questi banner li avevo acquistati tantissimo tempo fa da Scrap It Easy, usati pochissimi e poi accantonati...grazie all'idea di Crea il tuo Kit finalmente sono riuscita ad utilizzarli e a riesumarli.

Il layout non mi dispiace, ma c'è ancora molto da migliorare...devo provare e riprovare e non arrendermi...chi di voi è più esperta di me se vuole darmi dei consigli anche qui sotto nei commenti li accetto volentieri 😊

A presto!

giovedì 16 marzo 2017

LETTURE: Il prigioniero del cielo di Carlos Ruiz Zafòn #15


Lunghezza stampa: 350
Editore: MONDADORI (19 giugno 2012)

Sinossi:
Nel dicembre del 1957 un lungo inverno di cenere e ombra avvolge Barcellona e i suoi vicoli oscuri. La città sta ancora cercando di uscire dalla miseria del dopoguerra, e solo per i bambini, e per coloro che hanno imparato a dimenticare, il Natale conserva intatta la sua atmosfera magica, carica di speranza. Daniel Sempere - il memorabile protagonista di L'ombra del vento - è ormai un uomo sposato e dirige la libreria di famiglia assieme al padre e al fedele Fermín con cui ha stretto una solida amicizia. Una mattina, entra in libreria uno sconosciuto, un uomo torvo, zoppo e privo di una mano, che compra un'edizione di pregio di Il conte di Montecristo pagandola il triplo del suo valore, ma restituendola immediatamente a Daniel perché la consegni, con una dedica inquietante, a Fermín.
Si aprono così le porte del passato e antichi fantasmi tornano a sconvolgere il presente attraverso i ricordi di Fermín. Per conoscere una dolorosa verità che finora gli è stata tenuta nascosta, Daniel deve addentrarsi in un'epoca maledetta, nelle viscere delle prigioni del Montjuic, e scoprire quale patto subdolo legava David Martín - il narratore di Il gioco dell'angelo - al suo carceriere, Mauricio Valls, un uomo infido che incarna il peggio del regime franchista.
Carlos Ruiz Zafón torna al genere che lo ha reso famoso in tutto il mondo e alla saga tanto amata dai suoi lettori con un nuovo appassionante episodio che si inserisce nell'universo letterario del Cimitero dei Libri Dimenticati. Il Prigioniero del Cielo riannoda le trame di L'ombra del vento e Il gioco dell'angelo, e getta luce sui misteri che erano rimasti insoluti solo per aprire nuovi inquietanti interrogativi. E soprattutto ci trascina nel turbine di una narrazione carica di tensione e colpi di scena, in grado di trasmetterci, con la forza delle emozioni, il lato più cupo dell'animo umano, ma anche di sedurre con il fascino sottile di una Barcellona in chiaroscuro che non smette di stregarci.

Recensione:
Ho terminato questo libro già da alcuni giorni, ma non mi sono ancora decisa a proseguire nella lettura del quarto capitolo di questa serie, un po' per mancanza di tempo e un po' per la paura che sia un flop...
Ho adorato come tutti credo il primo libro L'ombra del vento (qui potete trovare la mia recensione), mentre il secondo romanzo Il gioco dell'angelo (qui la recensione) mi aveva lasciata alquanto perplessa, per fortuna questo terzo libro spiega e chiarisce molti punti lasciati in sospeso nel precedente.

In questo romanzo torna l'autore dell'esordio, con una scrittura più fluida e meno teologica...tornano i personaggi che avevamo tanto amato ne L'ombra del vento, per fortuna direi 😉
A me capita, spesso e volentieri, che dopo aver letto il primo romanzo di una serie, faccio fatica ad amare i successivi libri, e invece ho dovuto ricredermi, perché in questo Zafòn si avvicina molto alla scrittura del primo romanzo, e l'ho amato tantissimo! 

La Barcellona descritta ormai ci è familiare e la voglia di tornare in quella meravigliosa città è sempre più forte, per rivivere quei luoghi tanto ben descritti nel romanzo.
Ritroviamo Fermín pronto a sposare Bernarda, ma con una pena nel cuore, una pena che racconta a Daniel Sempere tornando ai suoi anni di prigionia, che ci fa scoprire gli intrecci tessuti con David Martín e capire molti passi del romanzo precedente.
Inutile dire che la narrazione scorre veloce. Le parole di Zafón, le sue trame, i suoi intrecci mi rapiscono sempre in un vortice, da cui riesco ad uscire solo a fine lettura.
Non voglio aggiungere nulla sulla trama, per non rovinare la lettura a chi volesse leggerlo, sicuramente è un romanzo che merita di essere "divorato" e che se avete letto i primi due libri non può essere tralasciato.

Con questa lettura partecipo a:
Il giro del mondo in 80 libri - Febbraio - Germania - Leggi un libro ambientato durante la seconda guerra mondiale
Leggendo SerialMente - Quadrilogia Il cimitero dei libri dimeticati
Reading Challenge GLDN - Un libro che parli di libri

A presto!

mercoledì 15 marzo 2017

CREA IL TUO KIT: kit di Marzo

Ciao a tutti!
Finalmente dopo tanto tempo sono riuscita a realizzare il mio kit per questo mese, dal bellissimo progetto di Angela&Giorgia, ed ecco la mood board che ho seguito:


Credo di essere una delle pochissime scrapper che non hanno nulla a tema ananas e cactus, quindi ho cercato di seguire i colori e il tema fiori...ecco il kit nell'insieme:


Ed ecco qua le foto nei particolari:

6 carte patterned 6"x6"


12 carte patterned 12"x12"

2 cardstock tinta unita

1 cosa a scelta...due pezzi di stoffa

3 pacchi di embellishement vari

1 alfabeto e altri embellishement

1 washi
1 a scelta tra twine, nastri o filo da ricamo
1 set di timbri

1 foglio di stickers

Ora vediamo di realizzare qualche cosa con questo materiale...voglio provare a cimentarmi in un lo...che non sono proprio il mio forte, anzi sono proprio negata...chissà cosa ne verrà fuori...

A presto!

lunedì 13 marzo 2017

SCRAPBOOKING: Iris Folding Card

Ciao a tutti!

Oggi è il mio turno sul blog di Evoluzione Party di realizzare un tutorial con i meravigliosi materiali che trovate nello shop...questo è una parte del materiale che ho utilizzato:


E questo è il risultato finale...


Siete curiosi di vedere come ho realizzato questa card? Venite sul blog di Evoluzione Party per il tutorial completo.

Con questa card partecipo a:
La Coppia Creativa - galleria di marzo

A presto!

martedì 7 marzo 2017

LETTURE: Il mio splendido migliore amico di A.G. Howard #14


Lunghezza stampa: 371
Editore: Newton Compton Editori (19 febbraio 2015)

Sinossi:
Alyssa Gardner riesce a sentire i sussurri dei fiori e degli insetti. Peccato che per lo stesso dono sua madre sia finita in un ospedale psichiatrico. Questa maledizione affligge la famiglia di Alyssa fin dai tempi della sua antenata Alice Liddell, colei che ha ispirato a Lewis Carroll il suo Alice nel Paese delle Meraviglie. Chissà, forse anche Alyssa è pazza, ma niente sembra ancora compromesso, almeno per ora, almeno fin quando riuscirà a ignorare quei sussurri. Quando la malattia mentale della madre peggiora improvvisamente, però, Alyssa scopre che quello che lei pensava fosse solo finzione è un’incredibile verità: il Paese delle Meraviglie esiste davvero, è molto più oscuro di come l’abbia dipinto Carroll e quasi tutti i personaggi sono in realtà perfidi e mostruosi. Per sopravvivere e per salvare sua madre da un crudele destino che non merita, Alyssa dovrà rimediare ai guai provocati da Alice e superare una serie di prove: prosciugare un oceano di lacrime, risvegliare i partecipanti a un tè soporifero, domare un feroce Serpente. Di chi potrà fidarsi? Di Jeb, il suo migliore amico, di cui è segretamente innamorata? Oppure dell’ambiguo e attraente Morpheus, la sua guida nel Paese delle Meraviglie? 

Recensione:
Ho scelto di leggere questo libro per l'obiettivo di Febbraio de Il giro del mondo in 80 libri, nonostante il fantasy non sia un genere che amo particolarmente, e invece mi sono dovuta ricredere...
Io non ho mai amato particolarmente Alice nel Paese delle Meraviglie, ma questa rivisitazione del famoso libro di Lewis Carroll l'ho molto apprezzata!

Alyssa è la pronipote di Alice Liddell, colei che ha ispirato il libro di Carroll, e come tutte le donne della sua famiglia sente parlare i fiori e gli insetti, una maledizione che le perseguita, ma Alyssa vuole spezzare questa "catena" per salvare la madre, rinchiusa in manicomio.
Per spezzare la maledizione che perseguita tutte le donne Liddell, Alyssa decide di recarsi nel Paese delle Meraviglie e rimediare agli errori di Alice, ma deve veramente rimediare agli errori o è solo una pedina nelle abili mani di Morpheus, il suo amico d'infanzia del Paese delle Meraviglie?
Alyssa crede di essere una ragazza debole, ma il suo viaggio la renderà forte e sicura di sé, grazie anche all'amore di Jeb.

Ho apprezzato molto che il libro prenda solo spunto dal racconto di Carroll, perché i personaggi vengono completamente stravolti, sono resi più cupi e inquietanti, anche la protagonista non è la bimba capricciosa e piagnucolosa che era Alice, anzi è una ragazza forte e indipendente, capace di pensare con la propria testa e disposta a sacrificarsi per le persone che ama!
Il libro ha un'atmosfera dark e spettrale completamente l'opposto di Alice nel Paese delle Meraviglie, un cambiamento totale rispetto al libro originale, ma proprio per questo coinvolgente.

Nonostante abbia amato moltissimo questo libro, devo dire che in alcuni punti, mi sono un po' persa, per la lunghezza delle descrizioni, le avrei apprezzate forse un po' più concise, ma nonostante questo il libro è molto bello e si legge velocemente! All'interno della storia poi è presente anche la storia d'amore, che essendo io una inguaribile romantica, apprezzo sempre...la storia è inizialmente un triangolo, chi sceglierà Alyssa tra l'amico/vicino di casa che le è sempre accanto, e l'affascinante Morpheus che vive nel Paese delle Meraviglie, ma che le dice di amarla?
La storia d'amore sicuramente è in secondo piano rispetto alle prove che Alyssa deve affrontare, ma è presente, e si armonizza bene con il resto del racconto.
Ora non mi resta che trovare il tempo per leggere i libri successivi...

Con questa lettura partecipo a:
Il giro del mondo in 80 libri - Febbraio - Copenaghen
The Goose Reader Challenge - Libreria Marrone - Fantasy
Reading Challenge GLDN - Un libro che parli di magia

A presto!

lunedì 6 marzo 2017

EVOLUZIONE PARTY: sfida marzo

Ciao a tutti!
Oggi è partita la nuova sfida sul blog di Evoluzione Party e il tema questa volta è ONLY MAN e questa è la mia interpretazione:





Siccome mio marito da quest'anno segue la squadra di basket, oltre ai vari impegni sportivi dei bambini a cui li accompagna sempre, ho pensato di realizzare una mini agenda che può tenere comodamente nel marsupio e in cui può scrivere tutti gli impegni.
Ho utilizzato le bellissime carte Echo Park Dots & Stripes che potete trovare nello shop di Evoluzione Party.

Ora andate a vedere i progetti realizzati dalle mie colleghe (qui il post) e partecipate alla sfida, bellissimi premi vi aspettano!!

A presto!

LETTURE: Amour à Paris di Melinda Miller #13


Lunghezza stampa: 225
Editore: Tre60 (7 luglio 2016)

Sinossi:
Quando meno te lo aspetti l’amore arriva e ti travolge.
Eloisa si è da poco trasferita a Parigi per seguire l'uomo che ama, Edoardo, professore alla Sorbona, sposato e con figli. In attesa di un lavoro più adeguato al suo ruolo di ricercatrice, Elò ha accettato un posto in una delle pasticcerie più famose di Parigi, Colet, il «regno» dei macaron. Ma la vita dell’amante non è certo facile: a tirarla su di morale, per fortuna, ci pensano Louis, suo collega da Colet e Georgette, la vicina di casa.
Yves è un giovane ex dj che, su una vecchia Peugeot, si guadagna da vivere come tassista, aiutato dal suo cane Chet, che ha un fiuto speciale per attirare clienti simpatici e affabili. Così, quando Eloisa sale sul taxi in lacrime, dopo un incontro con Edoardo, Chet la prende subito in simpatia, e anche Yves ne rimane profondamente colpito. Per quale motivo una ragazza dallo sguardo così dolce sembra così infelice? L’istinto di Chet, Yves lo sente, non sbaglia. E Yves farà di tutto per ritrovare quella ragazza misteriosa…

Recensione:
Mi è piaciuto molto questo libro, divertente, ironico, sopra le righe (soprattutto grazie alla coppia di Palmer e Louis), ma una storia d'Amore che coinvolge, che regala emozioni uniche all'interno della città principe dell'amore...Parigi!
Eloisa è una giovane ricercatrice italiana che si è trasferita a Parigi per seguire l'uomo di cui è innamorata, il suo professore universitario, sposato e con due figli gemelli.
Eloisa è succube di questo amore nascosto, clandestino, vive nella speranza che Edoardo, così si chiama il professore, le regali un po' del suo tempo, ma così non si può andare avanti...e proprio questo spinge il suo amico Louis a improvvisarsi cupido...
Eloisa per caso un giorno incontra Yves un gentile tassista che si innamora di lei al primo sguardo, ma Yves non è il classico tassista, guida un taxi molto particolare e a fargli compagnia c'è sempre Chet un simpatico cagnolino che lui si porta ovunque...
Tutta la narrazione è suddivisa in capitoli scritti dal punto di vista di Yves ed Eloisa, senza mai accavallarsi e in modo che la scrittura non risulti noiosa o ripetitiva.
Con i due personaggi viviamo la vera Parigi, la vita del luogo, ho adorato questo descrivere la città che amo, con dovizia di particolari e aneddoti, ti sembra proprio di girare le strade con loro...

solo la memoria aiuta a guarire e,
se non si ha il coraggio di guardarsi indietro,
non si può essere capaci di andare avanti.


Questo libro non è la classica storia d'amore, è molto profondo, si toccano i temi dell'amicizia quella vera, quella disinteressata, l'amicizia che supera tutti gli ostacoli anche le divergenze di opinioni; e si toccano temi di attualità...infatti il ragazzo di Georgette è morto negli attacchi terroristici che hanno colpito Parigi.
I personaggi hanno un loro carattere, un loro spessore, anche i personaggi che fanno da contorno alla storia d'amore tra Yves ed Eloisa sono ben caratterizzati e delineati.
Questo è un libro da leggere, da assaporare lentamente proprio come i macaron che sono parte della storia, un libro che ti lascia la voglia di recarti nei luoghi sapientemente descritti dall'autrice.


Con questa lettura partecipo a:
La ruota delle Letture - Obiettivo 12 - Leggi un libro pubblicato nel 2016
Il giro del mondo in 80 libri - Febbraio - Parigi
Reading Challenge GLDN - un libro rosso (di copertina o di genere-amore) 

A presto!